Timorati della prostata, aprite l’ano e salvate la vostra vita

Sara Martínez 20/11/2020

Oh, cazzo, che rottura di palle! Davvero? Ancora con la prostata? E sì, caro: piccola come una noce, nascosta come l'antracite, così dolente che se ne parla solo quando fa male, così indecorosa che si può raggiungere solo attraverso l'oscurità dell'ano. No, non è un indovinello. Non appena si sente parlare di esame rettale, tutti gli allarmi scattano e i segnali direzionali luminosi verso l’uscita di emergenza si accendono. No, no e mille volte no! Non se ne parla nemmeno! Ma come? Davvero pensano di poter infilarti un dito nel culo? A te? Non rompete le palle! Nemmeno per sogno, nessuno mi toccherà laggiù! (Strano però, che tu anteponga le palle alla prostata, le palle, così vulnerabili da ammettere solo delicate carezze e leccate curiose, le palle, così fragili da non servire da scudo con cui proteggersi...). “Santa Barbara benedetta liberaci dal tuono e dalla saetta”... E sì, purtroppo, nessuno si ricorda di Santa Barbara finché non tuona, ecco perché tu declini orgoglioso ogni invito a un esame preventivo, fino a quando non ne puoi più, fino a quando la sensazione di bruciore di pipì è insopportabile e solo quattro gocce di urina e un gocciolio di sangue escono dall'uretra... Ammettilo, la situazione sembra brutta…

Secondo una notizia pubblicata dall'Agenzia Efe nel 2018, solo 4 messicani su 100 accettano di sottoporsi all'esame rettale. Va notato che nel paese centroamericano il cancro alla prostata è la principale causa di morte negli uomini oltre i 60 anni. Il rifiuto della popolazione maschile all’esame (indolore, con una durata di circa 15 secondi ed essenziale per rilevare qualsiasi anomalia) è così forte che gli urologi messicani hanno dovuto preparare campagne di sensibilizzazione e hanno dovuto garantire alla popolazione che "l’esplorazione rettale non modifica le preferenze sessuali". Vediamo un po’... Un esame rettale non ha niente a che fare con il film King Cobra, il fatto che ti infilino un dito nel culo non ti farà fantasticare su virili torsi nudi unti di olio. “Non cambia i gusti e preferenze degli uomini e non nuoce alla loro salute e alla loro dignità". È molto importante non lasciare spazio a dubbi, la tua virilità non è quello che è in gioco, ma solo la tua vita. Certo, di gran lunga molto meno preoccupante, non c'è paragone! Stai calmo.

I pregiudizi non sono esclusivi di una particolare regione o un particolare paese, infatti, non hanno confini. Tuttavia, i dati mostrano che i paesi con il più alto tasso di sopravvivenza sono quelli in cui i test diagnostici sono più diffusi. In Italia, il cancro alla prostata è uno dei cinque tumori più frequenti (con 37.000 nuovi casi nel 2019), ma la sopravvivenza dei pazienti con questo tipo di carcinoma è dell’88% a 5 anni dalla diagnosi. La stragrande maggioranza dei tumori individuati nei primi stadi vengono trattati con successo. Ed è vero, nessun esame medico è piacevole, nessuna donna pianifica un fantastico venerdì pomeriggio di shopping, amiche e citologia. Ma noi le donne andiamo dal dottore e ci sottoponiamo all’esame medico perché dobbiamo farlo, perché è la cosa giusta da fare, ed è tutto a posto, va tutto bene. Lo stesso vale per una visita all'urologo.

“Un uomo a letto è un uomo a letto", avverte un padre a suo figlio nel film spagnolo "Svegliati, che non è poco (Amanece, que no es poco)", perché per gli uomini “come Dio comanda” (quelli virili stile Chuck Norris, oppure quelli più sexy e seducenti stile Alberto Matano) ci sono certi buchi che sono irrilevanti... L’uomo vero penetra, e invece le donne e i finocchi si lasciano penetrare, così è scritto. Difficile da cambiare? Forse, può darsi, ma da quando ci siamo lasciati alle spalle il rogo delle streghe, lo stereotipo del Casanova di Fellini e la ghigliottina, in EroticFeel abbiamo una fede cieca nella capacità di trasformazione del genere umano. Familiarizzati con il tuo corpo, la prostata è solo un organo, può ammalarsi e infiammarsi, ma può anche portarti all'estasi più travolgente. Giuriamo davanti a Dio, e Dio ci è testimonio, che se la visiti, com’è avvenuto in passato con il frutto proibito, non vorrai tornare nell'anodino Eden dei timorati di quanto l'ano nasconde.

Abbiamo rilevato che stai navigando sul sito EroticFeel da Stati Uniti e abbiamo un sito web specifico per quel paese. Tramite questa versione del sito web non possiamo spedire in Stati Uniti, allora se vuoi fare un acquisto, dovrai cambiare versione. Vuoi continuare a navigare su EroticFeel o vuoi essere rimandato al sito web di Stati Uniti?